Il Millefiori di Giuseppe Corradi di Verrès (AO) riceve il premio “Apimell 2014″

Giuseppe Corradi, premio Apimell 2014

Giuseppe Corradi, premio Apimell 2014

Domenica 9 marzo, a Piacenza si è svolto il concorso “Tre Gocce d’Oro – 2013”. Il vincitore della sezione “ I Mille Mieli, il Millefiori” è Giuseppe Corradi di Verrès (AO), da trent’anni apicoltore per passione. Il suo millefiori di alta montagna ha conquistato il pubblico di Apimell 2014.
Questo miele aveva già conquistato la giuria del concorso “Grandi Mieli d’Italia – Giulio Piana” di Bologna nell’edizione dello scorso anno aggiudicandosi due gocce d’oro. Da lì, infatti, era partita la selezione per portare al concorso di Piacenza un rappresentante per ogni regione d’Italia nelle diverse categorie. Giuseppe Corradi, scelto appunto per la Valle d’Aosta con il suo millefiori, ha così sbaragliato tutti seguito dall’Apicoltura Pini della Liguria (secondo posto) e dall’Apicoltura Apipozzi della Lombardia (terzo posto).
L’ambito premio è stato consegnato da Maria Lucia Piana, coordinatrice del concorso e massimo esponente dell’apicoltura italiana, avendo proseguito la storia ben avviata della sua famiglia.
«Questa vittoria – afferma Giuseppe Corradi – è il coronamento di un impegno che porto avanti da trent’ anni accompagnando la mia vita di operaio. Ora, però, in un futuro molto prossimo, voglio dedicarmi totalmente a questa attività i cui sforzi e sacrifici sono ripagati da soddisfazioni come questa senza dimenticare che investire nell’apicoltura vuol dire andare incontro ad un mercato nazionale che ricerca il miele valdostano perché unico nelle sue qualità». I luoghi della Valle d’Aosta sono ancora segnati da una natura incontaminata ed è questo che rende i mieli prodotti straordinariamente buoni e salutari. «Questo miele – conclude Giuseppe Corradi – ha il sentore della rosa canina, dei lamponi e dei rododendri che si sposano con i profumi della flora alpina» e porta con sé un pezzo della bellezza degli oltre 1500 m in cui viene raccolto.

Bookmark the permalink.

I commenti sono chiusi