Foire2015: i primi cinquant’anni (in Fiera) di Leandro Favre

La targa dei  50 anni in Fiera di Leandro Favre

La targa dei 50 anni in Fiera di Leandro Favre

Sabot vuol dire quasi sempre Favre, famiglia ayassina dai molti rami talentuosi. Lui è Leandro e con la Foire 2015 compie cinquant’anni di Fiera di Sant’Orso. A dimostrare che non realizza solo sabot, che se sono indossati da lui vengono personalizzati con rilievi e disegni, ha inciso un tondo leggero, una sorta di targa commemorativa che, in quanto artigiano del legno, di legno doveva essere.

Leandro Favre

Leandro Favre

La domanda è scontata ma bisogna farla: cosa è cambiato in mezzo secolo di esposizioni d’artigianato? «E’ cambiata la fiera – risponde Leandro Favre, tra sorrisi e telefonini su cui smanettare con gli amici – Ora c’è di tutto, non c’è più solo o soprattutto legno. Però va bene anche così: l’importante è che ci sia gente, tanta gente, sempre».

Foire2015: la benedizione del sorriso

Il Vescovo Franco Lovignana benedice la FOire 2015

Il Vescovo Franco Lovignana benedice la FOire 2015

Il sorriso è l’augurio festoso che il vescovo di Aosta Franco Lovignana porge ad artigiani e visitatori della Foire 2015. Dopotutto, da una persona profondamente amante della tradizione valdostana come è il monsignore, discreto nel carattere quanto appassionato, non ci si poteva aspettare che una benedizione che tocca il cuore.

Leggi qui.